14 settembre 2019 “A spasso nel tempo”

Difficile raccontare l’atmosfera che si è respirato oggi a Casa Amica….. la Santa Messa celebrata da Don Enrico che ci ha raccontato del suo paese, il Canada, e che ci ha fatto compagnia per l’intera giornata; la camminata per i nostri Borghi  organizzata dalla Proloco di Fregona e arricchita da una guida speciale ha stimolato memoria e ricordi dei partecipanti , la tavola rotonda coordinata dal dott. Lamberti ci ha raccontato di un mondo fatto di nuove sfide assistenziali ed il pranzo del tutto speciale (spiedo o baccalà) è andato incontro ai palati più esigenti senza tradire alcuna aspettativa. I giochi di una volta hanno coinvolto molti anziani di Casa Amica e l’intera giornata è trascorsa in un clima che, anche grazie alle condizioni meteorologiche ha incorniciato un evento denso di significato. Il Presidente della Fondazione, Ivan Michelet ha aperto la giornata accennando all’impatto che la demenza sta avendo sulla nostra società e la Dott.ssa Dalla Torre (ULSS 2 Marca Trevigiana) ha ripreso l’argomento illustrando la mappa delle demenze che la Regione Veneto propone  a supporto di tutte le persone coinvolte in questa esperienza: una risposta importante per non sentirsi soli. E il tema della solitudine nell’affrontare la malattia è  è stato ripreso dal Sindaco di Cappella Maggiore Traetta e da quello di Fregona Chies che in modo puntuale hanno evidenziato quanto sia importante mettere concretamente al centro la persona con iniziative sinergiche tra  Enti Locali e Centri di Servizi. E’ stato proprio bello andare “a spasso nel tempo”, guidati dai nostri volontari e numerosi amici che hanno reso possibile questa iniziativa resa ancor più straordinaria dalla presenza a sorpresa del Consigliere Regionale Brescacin e
Da qualche anno il volontariato di Casa Amica (Gli amici di Casa Amica) sta proprio facendo la differenza e un gruppo di persone favolose chiamato “I pianai” ogni anno ci regala emozioni incredibili fatte di sapori e antichi mestieri difficilmente riproducibile in assenza di amore. La passione rende tutto questo possibile quindi queste poche righe oltre ad essere una cronaca fedele di ciò che abbiamo vissuto vuole essere anche un ringraziamento per qualcosa di inestimabile che oggi ci è stato donato da ognuno di voi.

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi